Stampa questa pagina

Report Missione Guinea Bissau 2015

Missione Guinea Bissau Relazione

Il viaggio per Bissau è molto scomodo: raggiungere l’aeroporto della Malpensa per noi genovesi è un’impresa di molte ore ed il tempo di attesa nello scalo a Casablanca è interminabile per cui, pur partendo a metà mattina da Genova, solo alle 4 del mattino del giorno dopo calpestiamo il territorio della Guinea Bissau. Il rientro in Italia è anche peggio con lunghe soste all’aeroporto di Bissau ( l’aereo parte alle 4 del mattino ma il check-in chiude alle 23) e di Casablanca. Insomma dovrebbe valerne la pena per sottoporsi ad una faticaccia così, il che, purtroppo, non è stato, di fatto se si eccettua la formazione nella capitale, nelle sedi decentrate gli infermieri hanno disertato la formazione. Forse alla base c’è stato un difetto grave di comunicazione.

Il paese per lunghi anni fu una colonia del Portogallo che però non ha dimostrato interesse per il suo sviluppo essendo molto povero in materie prime; la sua maggiore risorsa è il caju e la sua esportazione non è sufficiente per modificare lo status quo inoltre gli sconvolgimenti politico del dopo indipendenza hanno lasciato notevoli e ben visibili tracce.

Noi siamo qui per una missione didattica realizzata per il lavoro congiunto della “Associazione per lo sviluppo di base della Guinea Bissau”, onlus di Verona, Les amies du coeur , onlus di Aosta, Medici in Africa di Genova ed il Ministerio da saùde da Guinea Bissau Periodo previsto: 20 aprile- 10 maggio 2015. Il programma del corso prevede una prima e più importante formazione in Bissau, nei locali della Clinica Madrugada che ci ospita, e quindi corsi decentrati a Canchungo ( 80 km nord-oest da Bissau), Bafatà (120 km nord da Bissau) ed a Catio (280 km a sud ovest ). Quest’ultima tappa viene soppressa e sostituita con un corso tenuto nell’Ospedale di Cumura, praticamente un sobborgo ella capitale.

Dal 22 al 25 aprile viene svolta la prima e più importante formazione nella sede della “Madrugada Partecipano 8 medici e 20 infermieri.

Il 28 aprile, sempre nei locali della Madrugada, la formazione pratica del BLS viene fornita a 27 pompieri.

Il 29 aprile in Canchungo viene realizzato un corso pratico BLS a 12 membri della Cruz Vermelha. Assenti gli infermieri del ministero della sanità. Il 4 maggio partiamo per Bafata, dove viene realizzato un corso BLS a 20 elementi della Guarda Nacional e 8 membri della CV. Anche qui gli infermieri non si sono presentati al corso. Il 6 ed 7 maggio viene realizzato, nei locali della Madrugada, il corso pratico di BLS a 16 marinai della Marina Militare, ed a 27 operatori della Cruz Vermelha Il 9 maggio nell’ospedale missionario di Cumura viene realizzata una formazione BLS a 5 medici e 13 infermieri dello staff dell’ospedale. Il 10 maggio alle h 04: rientro in Italia.

reportguinea15_1.PNG reportguinea15_2.PNG reportguinea15_3.PNG