Dimenticato la password? Clicca qui per recuperarla

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sulle nostre attività

Dona il tuo 5x1000 a Medici in Africa

E' semplice, basta inserire il nostro codice 95111200101 nella tua dichiarazione dei redditi.

OBIETTIVI

Il 24 maggio 2007, si è costituita in Genova l'Associazione Volontaristica non a fini di lucro Medici in Africa.

L'associazione è stata fondata da alcuni medici che hanno maturato direttamente numerose esperienze di volontariato in campo sanitario in diversi Paesi dell'Africa Subsahariana, del Sudamerica e dell'Asia.

Gli scopi statutari che si prefigge l'Associazione possono essere così riassunti:

1. Favorire il volontariato di medici e personale sanitario italiano aderente all'Associazione

  • condividendo le esperienze fatte
  • mettendo in contatto i medici con le organizzazioni che operano nei paesi emergenti
  • coordinando l'attività degli stessi, considerate le specifiche competenze, per ottimizzare i risultati
  • realizzando un data- base informatico di medici volontari e di organizzazioni che operano nei paesi emergenti, con le caratteristiche e le disponibilità di entrambi

Questo è considerato un obbiettivo fondamentale: per i medici, perché consente loro di avere un punto di riferimento per sapere costantemente dove poter prestare la propria opera, ed all'Associazione, perché permette di "monitorare"la distribuzione dei medici italiani che sempre più numerosi intendono offrire la propria professionalità a vantaggio di quelle popolazioni.

Inoltre sono scopi statutari dell'associazione:

2. Realizzare corsi specifici di formazione di base per adattare la professionalità medico-sanitaria alle esigenze e caratteristiche dei Paesi Emergenti africani.

3. Realizzare in loco corsi specifici di formazione per il personale locale che verrà messo in condizioni di autonomia operativa.

4. Interfacciarsi con la cittadinanza per garantire il corretto utilizzo degli aiuti devoluti alle strutture sanitarie africane o a progetti specifici dell'associazione.

5. Informare la cittadinanza, attraverso frequenti reportage giornalistici e trasmissioni televisive, sulle attività dell'Associazione e sulle reali situazioni socio-sanitarie dei Paesi nei quali si opera e dimostrando la progressione dell'impiego di eventuali aiuti.

I Paesi Emergenti, nei quali attualmente i membri dell'Associazione stanno operando od hanno concluso alcuni progetti di volontariato, sono

  • Madagascar, Kenya, Ghana, Isole di Capo Verde, Mali, Togo, Camerun, Burkina Faso, Burundi, Mozambico, Eritrea e Somalia, per quanto riguarda l'Africa
  • il Tibet per l'Asia,
  • il Guatemala per l'America centro-meridionale.

CRONISTORIA

In questi ultimi anni si è assistito ad un' sempre maggiore interesse da parte di medici, infermieri, tecnici, etc alle problematiche sanitarie dei Paesi Emergenti. Sempre più numerosi sono coloro che intendono portare un contributo professionale ed umano a tutte quelle popolazioni che, per le più disparate ragioni, vivono in condizioni di povertà, di fame e di malattia.

E' chiaro infatti che al crescente interesse di partecipazione cresce anche la domanda di informazione e formazione.

Il Dipartimento di Discipline Chirurgiche, Morfologiche e Metodologie Integrate dell'Università degli Studi di Genova (Di.CMI, Dir. Prof. Edoardo Berti Riboli) ha recepito da alcuni anni quest'esigenza ed ha realizzato numerosi Corsi di Aggiornamento per medici che intendono svolgere volontariato sanitario:ilcorso di base "Medici in Africa", giunto ormai alla sua quindicesima edizione, ed il Corso di Perfezionamento Interfacoltà sulla "Cooperazione medico sanitaria, economica, sociale ed ambientale con i Paesi in via di sviluppo". Questo Corso (primo ed unico in Italia) ha visto interagire numerose facoltà dell'Ateneo Genovese: Economia, Scienze Politiche, Lettere, Scienze Ambientali, Ingegneria, Farmacia e Medicina, offrendo così ai futuri cooperandi una autentica preparazione multidisciplinare. Ciò consentirà di affrontare con nozioni adeguate le diverse problematiche (sociali, economiche, mediche, ambientali, etc) presenti nei Paesi Emergenti nei quali si troveranno ad operare.

Questa intensa attività di formazione ha fatto si che intorno al DiCMI si radunasse un corpo docente composto da circa una trentina di esperti che hanno svolto, per lunghi periodi di tempo, la loro attività sanitaria in questi Paesi (Africa, Asia, America Latina). Ciò ha consentito di trasferire ai partecipanti ai Corsi non solo elementi teorici ma anche quegli insegnamenti che derivano dall' "esperienza maturata sul campo" dai diversi docenti.

Grazie a questa sensibilità verso i problemi dei Paesi Emergenti il Di.CMI è già da tempo direttamente impegnato nella cooperazione sanitaria: da circa tre anni, infatti, il Dipartimento garantisce un turnover costante di chirurghi all'Ospedale San Francesco di Assisi di Fogo - Repubblica di Capo Verde. Ciò ha consentito di fornire senza soluzioni di continuità una assistenza chirurgica ad una popolazione di circa 40.000 abitanti che altrimenti ne sarebbe rimasta assolutamente scoperta.

Questa iniziativa spontanea è recentemente sfociata in un Accordo di Intesa tra la Regione Liguria e la Municipalità di Sao Felipe (Ila de Fogo - Cabo Verde) che favorisce l'invio di personale sanitario della Regione ed ufficializza i Master che il Dipartimento intende approntare, specificatamente per il personale capoverdiano, nei diversi settori della Chirurgia o di branche affini.

L'attività didattica ed assistenziale svolta ha fatto si che si aggregassero spontaneamente all'interno del dipartimento numerosi medici con esperienza di volontariato. Queste motivazioni hanno spinto il "gruppo Medici in Africa" a costituire a Genova 1' "Associazione Medici in Africa".

SOCI FONDATORI E CONSIGLIO DIRETTIVO.

Nel costituire l'Associazione i membri medici promotori hanno ritenuto indispensabile che tra i Soci Fondatori vi fossero anche

- l'Università degli Studi di Genova al fine di istituzionalizzare la collaborazione e l'impegno con il quale l'Ateneo genovese ha sempre sostenuto Medici in Africa e grazie alle cui strutture ed alla competenza nel settore di numerosi suoi docenti è stato fino ad oggi possibile realizzare i Corsi di Formazione,

- l'Ordine dei Medici, elemento essenziale per il trasferimento di informazioni nell'ambito della categoria,

- l'Ordine dei Giornalisti,fonte naturale di informazione dell'opinione pubblica sulle attività dell'Associazione e sul lavoro dei diversi medici volontari che diventano quasi dei "corrispondenti" sia per la carta stampata che per le televisioni.

 

I Soci Fondatori sono:

  • Prof. Edoardo Berti Riboli - Direttore del Dipartimento di Dipartimento di Discipline Chirurgiche, Morfologiche e Metodologie Integrate (DiCMI) dell'Università degli Studi di Genova , presidente dell'associazione
  • Dott. Sergio Adiamoli, Medico Volontario, responsabile dei contatti con associazioni di volontariato e ONG
  • Dott Marco Beatini, Dipartimento di Scienze Chirurgiche Specialistiche. e Anestesiologia e Trapianti d'Organo (DISCAT) dell'Università degli Studi di Genova , responsabile della sezione didattica
  • Sig. Maria Luisa Boggio, Segretario Amministrativo del DiCMI, Università degli Studi di Genova, in rappresentanza dell'Università degli Studi di Genova, e che ha assunto l'incarico di Tesoriere,
  • Dott.ssa Franca Brignola, giornalista , in rappresentanza dell'Ordine dei Giornalisti,
  • Dott. Domenico Dato, ospedale Gallino di Genova, in rappresentanza dell'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Genova,
  • Prof. Luigi De Salvo del Dipartimento di Dipartimento di Discipline Chirurgiche, Morfologiche e Metodologie Integrate (DiCMI) dell'Università degli Studi di Genova, responsabile della sezione didattica
  • Prof. Alberto Hesse del Dipartimento di Neuroscienze, Oftalmologia e Genetica (DINOG) dell'Università degli Studi di Genova , responsabile dei contatti con associazioni benefiche
  • Prof. Antonio Terrizzi del Dipartimento di Dipartimento di Discipline Chirurgiche, Morfologiche e Metodologie Integrate (DiCMI) dell'Università degli Studi di Genova , Segretario Generale

Dott. Giorgio Armato, Medico Volontario